Hostability, ecco il corso

Sono finalmente partiti i corsi di HostAbility, il progetto promosso dalla Cooperativa Sociale aCapo per formare 18 giovani sull’accoglienza turistica accessibile nella Regione.
I ragazzi hanno preso posto presso la Facoltà di Ingegneria dell’ Università di Tor Vergata di Roma, nell’aula 5 situata al secondo piano.
Per 10 mesi e per tre volte a settimana saranno lì, impegnati in un percorso formativo ed umano insieme allo staff di Hostability e ai docenti incaricati.

Il gruppo dei ragazzi

Venerdì scorso il team di Comunicazione di aCapo è andata a Tor Vergata per vedere e documentare l’andamento della prima settimana del corso.
E l’impressione è stata più che positiva, i ragazzi colpiscono per entusiasmo e coesione dal punto di vista umano.
Infatti, pur venendo da realtà e da condizioni di disabilità molto diverse (alcuni sono su sedie a ruota, alcuni sono sordi, altri hanno diverse problematiche), hanno fatto facilmente gruppo e si aiutano tra di loro.

Le soluzioni logistiche

E comunque le persone che fanno parte del progetto sono sempre presenti per organizzare il corso e rispondere alle diverse esigenze dei ragazzi.
Per i non udenti è stata organizzata una traduzione simultanea con un’interprete in Lis.
Per quanto riguarda i trasporti, complicati dalla sospensione dei servizi comunali, i ragazzi hanno rimediato tramite le famiglie e la propria assistenza privata. Alcuni, anche in carrozzina, hanno provato ad avvalersi degli autobus esistenti tra mille difficoltà.

L’approccio alle lezioni

Nella prima settimana si è parlato di Gestione alberghiera e congressuale, le lezioni sono tenute attualmente da Cetty Ummarino.
I ragazzi al momento sembrano essere soddisfatti di questa esperienza: per Concetta vanno molto bene la classe e gli argomenti delle lezioni, possono dare loro le competenze necessarie per il settore.
Daniele è invece contento per l’accoglienza e per l’organizzazione strutturale del corso, il clima gli sembra molto buono.
Guido, che ha già qualche esperienza nel turismo, ritiene il corso molto interessante, anche se siamo solo all’inizio.

Soddisfatto anche Fabio, socio lavoratore di aCapo che ha chiesto di seguire Hostability come uditore esterno perché gli potrà servire utile per una futura attività nella sua casa.
In realtà, come sostiene la docente Ummarino, questi corsi creano entusiasmo ed aiutano i ragazzi per tutti quanti gli aspetti, a condizione però che vengano rimossi tutti gli ostacoli per iniziare un’attività concreta.