Pronti per una vacanza al mare accessibile

Pronti per una vacanza al mare accessibile

Anche quest'anno tutti potranno andare al mare. Al di là delle inevitabili limitazioni e severe disposizioni per l'accesso, sarà garantita la piena accessibilità di alcune spiagge nel litorale del Lazio.
Infatti sono stati riaperti gli storici stabilimenti per tutti, di cui già abbiamo avuto modo di parlare, e sono proseguite le iniziative per favorire il turismo delle persone con disabilità.

Il finanziamento della Regione Lazio

Tra queste un finanziamento della Regione Lazio ai Comuni per l'acquisto ed installazione delle sedie JOB (chiamate anche J'amme O Bagno) negli stabilimenti balneari di loro competenza.

Anche il Comune di Roma ha aderito al progetto, così che varie spiagge libere di Ostia Ponente sono accessibili e dotate di sedie che consentono alle persone a ridotta mobilità di entrare in acqua.


Recentemente il Comune di Anzio ha consegnato 12 sedie JOB, disponibili in comodato d'uso per i suoi stabilimenti.

Le prime due subito consegnate all'Associazione La Grande Quercia per la spiaggia La Girandola Beach, le altre dieci saranno a disposizione presso gli stabilimenti Tirrena, Dea Fortuna, Saint Tropez, Pioniere, Atollo, Bagni Stella, La Capannina, Galapagos, T-Village e La Conchiglia.

Tra Roma e Latina

Invece la giovane spiaggia accessibile IMPEGNO DONNA Beach Village di Marina di Ardea (vedi anche l' articolo su aCapo) ha avviato una raccolta fondi per l'acquisto della sedia da mare (c/c intestato a Associazione IMPEGNO DONNA, IBAN: IT83H0760103200001050261971 

Invece il Comune di Minturno ha acquistato nove sedie JOB che saranno disponibili gratuitamente per le persone con disabilità motoria sul litorale di Scauri.

Infine è stato siglato un patto tra l'amministrazione di Latina e il Comitato Peter Pan, che prevede la realizzazione di un luogo inclusivo e l'accoglienza per le persone con disabilità presso la spiaggia libera di Latina mare (via Ventotene), dove già c’è una passerella accessibile, una fermata di autobus e tre parcheggi riservati.

Si spera che tutti questi provvedimenti possano aiutare le persone con disabilità a muoversi liberamente e a godersi la loro vacanza, anche in un contesto attuale complicato da molte paure e da misure restrittive che non facilitano un turismo veramente accessibile.